giovedì 2 febbraio 2012

La minaccia cyber supererà il terrorismo

(AP Photo/Jacquelyn Martin)
Parola del direttore dell'FBI!!

Il 31 gennaio scorso, Robert Mueller ha testimoniato davanti al Comitato senatoriale sull'intelligence e, in estrema sintesi, ha dichiarato che la minaccia terroristica è in declino mentre le minacce cyber sono ascesa e quindi nel medio periodo è probabile che l'importanza di queste ultime diventi prevalente su tutte le altre.

Rispetto all'usuale FUD (Paura, Incertezza e Dubbio) che viene normalmente speso a piene mani su questi temi da parte di amministrazioni pubbliche alla ricerca di finanziamenti, questa volta le notizie che sono trapelate mi sembrano frutto di ragionamenti condivisibili, ma vediamo più da vicino cosa è stato detto dal Direttore dell'FBI.

Ecco alcuni stralci presi da questa audizione. 


"Non penso che le minacce di cyber-espionage, computer crime e di attacchi cyber alle infrastrutture critiche siano al momento le minacce numero uno, ma lo saranno domani. Ad oggi, la priorità numero uno dell'FBI è l'antiterrorismo. Nel prossimo futuro le minacce cyber, che impattano tutti i programmi dell'FBI, diventeranno la minaccia numero uno per il paese"

"La minaccia cyber è una delle più complesse con cui ci confrontiamo. Russia e Cina, tra gli attori statuali, sono quelli che ci preoccupano maggiormente in quanto conducono intrusioni nelle nostre reti al fine di rubare dati. Anche il crescente ruolo degli attori non-statuali è un grande esempio della facilità di accesso a tecnologie distruttive e potenzialmente letali da parte di questi gruppi."

"Posso dirvi che siamo eccezionalmente preoccupati da queste minacce"

"In modo analogo a come abbiamo cambiato la lotta al terrorismo dobbiamo cambiare la lotta al cybercrime. Dobbiamo costruire uno sforzo collettivo e globale per combattere questa minaccia nello stesso modo in cui abbiamo operato in conseguenza dell'11 settembre." 


Bisogna anche ricordare che quest'audizione si pone nel mezzo del dibattito che porterà, nel prossimo mese, ad una decisione in merito a nuove competenze da affidare al Department of Homeland Security in materia di protezione delle reti collegate ad infrastrutture critiche.

Il mio pensiero, a questo punto, torna quindi all'Italia e alla grande mole di lavoro che ci aspetta. In questo mondo che cambia alla velocità della luce le lentezze del nostro paese rischiano proprio di lasciarci in un mare di guai.

Buona giornata a tutti.


Nessun commento:

Posta un commento

http://www.wikio.it